• WhatsApp: +39 339 7339888
  • info@montanasoftware.it

Category ArchiveBlog

Gestione progetti

Gestione di progetti con l’utilizzo di un software

La gestione di progetti è un’arte che richiede precisione, flessibilità e una comunicazione efficace. Con l’avvento della tecnologia digitale, l’utilizzo di software dedicati alla gestione di progetti è diventato uno standard nell’industria. Questi strumenti non solo semplificano il processo di pianificazione e tracciamento, ma offrono anche una piattaforma collaborativa che facilita il lavoro di squadra.

Uno dei principali vantaggi dell’utilizzo di software di gestione progetti è la centralizzazione delle informazioni. Tutti i membri del team possono accedere ai dati del progetto in tempo reale, visualizzare aggiornamenti, modificare documenti e condividere feedback senza la necessità di riunioni costanti. Questo risparmia tempo e riduce le possibilità di malintesi o perdita di informazioni importanti.

Inoltre, questi software offrono spesso funzionalità di reportistica avanzata, consentendo ai manager di progetto di monitorare lo stato di avanzamento e di identificare rapidamente eventuali ostacoli o ritardi. La possibilità di visualizzare il progetto attraverso grafici Gantt, dashboard e altre rappresentazioni grafiche aiuta a mantenere una visione chiara degli obiettivi e delle scadenze.

Un altro aspetto fondamentale è la flessibilità offerta da questi strumenti. Che si tratti di metodologie Agile, Scrum o Waterfall, i software di gestione progetti sono progettati per adattarsi a vari approcci e stili di lavoro. Questo permette ai team di personalizzare il flusso di lavoro in base alle esigenze specifiche del progetto e dell’organizzazione.

Infine, la gestione dei progetti software facilita l’integrazione con altri strumenti e piattaforme, come sistemi di posta elettronica, calendari e strumenti di archiviazione cloud. Questo crea un ecosistema di lavoro integrato che migliora l’efficienza e la produttività.

Software più popolari

Nel panorama attuale dei software di gestione progetti, esistono diverse soluzioni che si sono distinte per funzionalità, facilità d’uso e popolarità. Alcuni dei software più apprezzati dalle aziende e dai professionisti del settore includono:

  • Monday.com: Questo strumento è noto per la sua interfaccia intuitiva e le sue potenti funzionalità di automazione. Offre dashboard personalizzabili e la possibilità di gestire progetti con un approccio visivo.
  • Asana: Asana è un software che permette di tracciare i progressi dei progetti e di gestire le attività in modo collaborativo. È apprezzato per la sua semplicità e per le sue capacità di integrazione con altri strumenti.
  • Trello: Con il suo sistema basato su schede, Trello offre un metodo semplice e visuale per organizzare progetti e compiti. È ideale per team che cercano uno strumento flessibile e facile da usare.
  • Jira: Particolarmente adatto per la gestione di progetti software e lo sviluppo Agile, Jira fornisce strumenti avanzati per il tracciamento dei compiti e la pianificazione delle iterazioni.
  • Wrike: Wrike è una piattaforma versatile che si adatta a diversi stili di lavoro, offrendo funzionalità di reportistica avanzata e strumenti di collaborazione.

Questi software rappresentano solo una parte delle opzioni disponibili sul mercato, ognuno con le proprie peculiarità e punti di forza. La scelta del software più adatto dipenderà dalle specifiche esigenze del team e dalla natura dei progetti da gestire. È importante valutare attentamente le caratteristiche di ciascun strumento e considerare fattori come la dimensione del team, i metodi di lavoro preferiti e le integrazioni necessarie con altri software utilizzati all’interno dell’organizzazione.

Software a confronto

La scelta del software di gestione progetti giusto può essere un compito arduo, data la varietà di opzioni disponibili sul mercato. Ogni software ha le sue peculiarità e funzionalità che possono fare la differenza a seconda delle esigenze specifiche di un team o di un progetto. Ecco un confronto tra alcuni dei software di gestione progetti più popolari: Monday.com, Asana, Trello, Jira e Wrike.

Monday.com si distingue per la sua interfaccia utente altamente personalizzabile e le sue capacità di automazione. È particolarmente adatto per coloro che cercano un approccio visivo alla gestione dei progetti, con dashboard che possono essere adattate per visualizzare dati e progressi in modo chiaro e immediato.

Asana, d’altra parte, è rinomato per la sua semplicità e facilità d’uso, pur offrendo una gamma completa di funzionalità per il tracciamento dei compiti e la collaborazione del team. Asana è ideale per team che necessitano di un flusso di lavoro ben strutturato senza la complessità di funzioni avanzate.

Trello utilizza il sistema Kanban per la gestione dei compiti, rendendolo uno strumento intuitivo e facile da usare per organizzare e priorizzare il lavoro in modo visivo. Trello è perfetto per team piccoli o per progetti che richiedono flessibilità e rapidità di configurazione.

Jira è fortemente orientato verso team che adottano metodologie Agile e Scrum, offrendo funzionalità avanzate per il tracciamento dei compiti e la pianificazione delle iterazioni. È la scelta preferita per la gestione di progetti software e lo sviluppo di prodotti, grazie anche alla sua estensiva personalizzazione e integrazione con altri strumenti.

Wrike si presenta come una soluzione versatile che si adatta a diversi stili di lavoro. Offre potenti strumenti di reportistica e collaborazione, rendendolo adatto per team di dimensioni maggiori o per progetti che richiedono una gestione dettagliata e una pianificazione approfondita.

In sintesi, mentre Monday.com e Trello si concentrano sulla visualizzazione e l’intuitività, Asana offre un equilibrio tra semplicità e funzionalità complete. Jira, invece, si rivolge a team che necessitano di personalizzazione e funzionalità avanzate, specialmente nell’ambito dello sviluppo software. Wrike, infine, è la soluzione per chi cerca una piattaforma robusta e adattabile a vari stili di lavoro. La scelta dipenderà dalle specifiche esigenze del progetto, dalla dimensione del team e dalle preferenze individuali in termini di workflow e integrazioni.

Conclusioni

In conclusione, l’adozione di un software di gestione progetti può trasformare radicalmente il modo in cui i team lavorano, portando a una maggiore organizzazione, comunicazione migliorata e, in definitiva, a progetti di successo. Con la giusta implementazione e formazione, questi strumenti possono diventare alleati indispensabili nella realizzazione di obiettivi complessi.

Software gestionale e intelligenza artificiale

E’ possibile sviluppare un software gestionale con l’intelligenza artificiale?

L’integrazione dell’intelligenza artificiale (AI) nello sviluppo di software gestionali è non solo possibile, ma sta diventando sempre più una prassi comune nel panorama tecnologico. L’AI può portare numerosi vantaggi in termini di automazione dei processi, analisi predittiva e personalizzazione dell’esperienza utente.

Per esempio, la Piattaforma AI di Google Cloud e la piattaforma Microsoft Azure AI sono due dei principali strumenti che facilitano lo sviluppo di soluzioni gestionali potenziate dall’AI. Queste piattaforme offrono una vasta gamma di servizi, come l’addestramento di modelli di machine learning, l’hosting di modelli nel cloud e la realizzazione di previsioni basate su nuovi dati.

Inoltre, l’AI può migliorare l’efficienza e l’intelligenza dei sistemi esistenti, permettendo alle aziende di raggiungere nuovi livelli di successo. Ad esempio, l’implementazione di algoritmi di AI e machine learning può ottimizzare i processi decisionali, ridurre gli errori e aumentare la produttività.

La chiave per lo sviluppo di un software gestionale con AI risiede nella scelta degli strumenti giusti e nella competenza nel settore. Con l’evoluzione continua della tecnologia AI, le possibilità sono praticamente illimitate e possono essere adattate a vari settori e necessità aziendali.

Esempi concreti

L’intelligenza artificiale (AI) sta rivoluzionando il mondo del software gestionale, offrendo soluzioni innovative per ottimizzare i processi aziendali. Ecco alcuni esempi concreti di come l’AI viene applicata nei software gestionali:

  • Automazione dei Processi: L’AI può automatizzare compiti ripetitivi come l’elaborazione delle transazioni, la gestione dell’inventario e la creazione di report, liberando il personale per attività di maggiore valore aggiunto.
  • Analisi Predittiva: Utilizzando algoritmi di machine learning, l’AI può analizzare grandi quantità di dati per prevedere tendenze e comportamenti, aiutando le aziende a prendere decisioni informate.
  • Assistenza Clienti Migliorata: I chatbot AI possono fornire assistenza immediata ai clienti, rispondendo alle domande frequenti e guidandoli attraverso processi complessi.
  • Ottimizzazione delle Decisioni: L’AI può aiutare a identificare i migliori corsi d’azione analizzando dati storici e attuali, migliorando così l’efficacia delle decisioni aziendali.
  • Riduzione degli Errori: Implementando l’AI, i software gestionali possono ridurre significativamente gli errori umani, aumentando l’accuratezza dei dati e l’affidabilità dei processi.
  • Personalizzazione: L’AI può personalizzare l’esperienza utente analizzando le interazioni passate e adattando le funzionalità del software alle preferenze individuali.
  • Gestione delle Risorse Umane: I software HR AI-driven possono aiutare nella selezione del personale, nella formazione e nella valutazione delle prestazioni, rendendo il processo più efficiente e meno soggetto a bias.
  • CRM e Marketing: L’AI può migliorare la gestione delle relazioni con i clienti e le attività di marketing, fornendo analisi dettagliate del comportamento dei clienti e personalizzando le comunicazioni.

Questi sono solo alcuni dei modi in cui l’AI può essere integrata nei software gestionali per trasformare le operazioni aziendali. Con l’avanzamento continuo della tecnologia AI, le possibilità di applicazione si espandono, promettendo un futuro ancora più efficiente e innovativo per il mondo aziendale.

Come implementare AI nel software gestionale

Implementare l’intelligenza artificiale (AI) nel tuo software gestionale può sembrare un’impresa ardua, ma seguendo alcuni passaggi chiave, puoi avviare il processo con fiducia e chiarezza. Ecco una guida passo-passo per iniziare:

Fase 1: Identificazione dei Casi d’Uso
Prima di tutto, è fondamentale identificare i casi d’uso specifici all’interno del tuo software gestionale dove l’AI potrebbe avere il maggiore impatto. Questo potrebbe includere l’automazione dei processi, l’analisi predittiva, o il miglioramento del servizio clienti.

Fase 2: Definizione delle Priorità
Una volta identificati i casi d’uso, definisci le priorità basandoti sugli obiettivi aziendali e sul ritorno sull’investimento atteso. Questo ti aiuterà a concentrarti sulle aree che offrono il massimo valore.

Fase 3: Creazione di un Team Multidisciplinare
Assembla un team eterogeneo che includa esperti di business, ingegneri del software e data scientist. Questo team collaborerà per sviluppare soluzioni AI che siano sia tecnicamente fattibili che allineate con gli obiettivi aziendali.

Fase 4: Scelta della Tecnologia e degli Strumenti
Decidi quali tecnologie e strumenti di AI sono più adatti per i tuoi casi d’uso. Ciò potrebbe comportare la scelta tra piattaforme di AI preesistenti o lo sviluppo di soluzioni personalizzate.

Fase 5: Prototipazione e Test
Inizia con la creazione di prototipi per i tuoi casi d’uso prioritari. Questo ti permetterà di testare e valutare l’efficacia delle soluzioni AI prima di un’implementazione su larga scala.

Fase 6: Integrazione e Implementazione
Una volta che i prototipi sono stati testati e perfezionati, procedi con l’integrazione delle soluzioni AI nel tuo software gestionale. Assicurati di avere un piano di implementazione che minimizzi le interruzioni operative.

Fase 7: Monitoraggio e Iterazione
Dopo l’implementazione, è cruciale monitorare le prestazioni delle soluzioni AI e raccogliere feedback dagli utenti. Usa questi dati per iterare e migliorare continuamente le tue soluzioni.

Ricorda che l’implementazione dell’AI è un processo iterativo che richiede tempo e adattamento. Non esitare a sperimentare e apprendere dai risultati per ottimizzare continuamente il tuo software gestionale con l’AI.

Gestione dei dati con l’AI

La gestione dei dati è un aspetto cruciale quando si parla di intelligenza artificiale, poiché la qualità e l’organizzazione dei dati influenzano direttamente le prestazioni e l’efficacia dei modelli di AI. Ecco alcune best practice per la gestione dei dati nell’AI che possono aiutare a garantire il successo dei tuoi progetti:

  • Pulizia dei Dati: Assicurati che i tuoi dati siano puliti e privi di errori. Questo include la rimozione di duplicati, la correzione di errori e l’imputazione di valori mancanti.
  • Standardizzazione: È importante avere dati standardizzati per garantire che siano coerenti e comparabili. Ciò può comportare la normalizzazione di formati e scale.
  • Data Governance: Implementa una solida strategia di Data Governance per gestire la disponibilità, usabilità, integrità e sicurezza dei dati. Questo assicura che i dati siano affidabili e che il loro utilizzo sia conforme alle normative vigenti, come il GDPR.
  • Raccolta dei Dati: Raccogli dati da fonti diverse per garantire la varietà e la ricchezza delle informazioni. Questo aiuta a costruire modelli di AI più robusti e meno soggetti a bias.
  • Annotazione e Etichettatura: Annota e etichetta accuratamente i tuoi dati. Questo è particolarmente importante per l’apprendimento supervisionato, dove i modelli apprendono da esempi etichettati.
  • Privacy e Sicurezza: Proteggi la privacy e la sicurezza dei dati. Assicurati che siano criptati e archiviati in modo sicuro, e che l’accesso sia limitato e monitorato.
  • Analisi Esplorativa dei Dati: Prima di addestrare i modelli, esegui un’analisi esplorativa per comprendere le caratteristiche e le distribuzioni dei tuoi dati.
  • Feature Engineering: Sviluppa feature significative che possono aiutare i modelli di AI a identificare modelli e tendenze nei dati.
  • Monitoraggio e Manutenzione: Monitora costantemente i tuoi dati e i modelli di AI per identificare e correggere eventuali problemi, come il drift dei dati o l’obsolescenza del modello.
  • Documentazione: Documenta tutto il processo di gestione dei dati, dalle fonti alle trasformazioni, fino alle decisioni prese. Questo è essenziale per la trasparenza e la riproducibilità.

Seguendo queste best practice, puoi migliorare significativamente la qualità dei tuoi progetti di AI e aumentare le possibilità di ottenere risultati validi e affidabili. Ricorda che una gestione dei dati efficace è la chiave per sbloccare il vero potenziale dell’intelligenza artificiale.

Per saperne di più su come l’AI sta trasformando il software gestionale, potete consultare le risorse disponibili online, che offrono guide e approfondimenti sulle principali piattaforme e strumenti di intelligenza artificiale disponibili sul mercato.

Rental Solution 3

Abbiamo rilasciato la nuova versione 3.6.0.0 della piattaforma software Hospitality Solution che aggiunge la nuova procedura di noleggio, Rental Solution, alle sue molteplici funzionalità. Il prodotto è utilizzabile da solo per tutte quelle attività che hanno come lavoro primario il noleggio di una risorsa, oppure come modulo aggiuntivo per tutti gli altri prodotti della suite. Immaginiamo ad esempio un Hotel che offre ai clienti il servizio di noleggio auto o il noleggio di biciclette ecc.

Rental Solution 3 è la soluzione gestionale ideale per le attività che si occupano di noleggio di Furgoni, Automobili, Motorini, Biciclette, Monopattini, Barche, Gommoni, Attrezzature per sciare, Attrezzature per il lavoro, Libri ecc.

Un programma semplice e professionale per la gestione del noleggio di molteplici risorse. Con pochi e semplici click è possibile associare il noleggio di una risorsa ad un cliente, calcolare il costo, l’eventuale mora e stampare il documento di vendita.

Rental Solution 3

Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/montanasoft

Hospitality Solution 3 – Nuova versione 3.5.0.0

Rilasciata Versione 3.5.0.0 di Hospitality Solution 3 con aggiornamento alla nuova Fatturazione Elettronica con nuovo tracciato .xml e funzionalità per l’acquisizione del Codice Lotteria per la nuova Lotteria degli scontrini che entrerà in vigore dal 1° Febbraio 2021. Il software consente di leggere il codice tramite un lettore di codici a barre e inviarlo per la stampa al registratore di cassa telematico. Download GRATUITO!

Fatturazione Elettronica

Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/montanasof

Fatturazione Elettronica

Aggiornamento per la Fattura Elettronica

Lo scorso 20 aprile l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato le specifiche tecniche del tracciato XML delle fatture elettroniche versione 1.6.1, che saranno obbligatorie a partire dal 1° gennaio 2021. Si tratta delle nuove codifiche dei campi “Tipo Documento” e “Natura” per indicare in maniera puntuale le diverse tipologie di operazioni IVA nella trasmissione dei dati delle fatture elettroniche e delle operazioni transfrontaliere.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile trovare una nuova guida scaricabile dall’area “Fattura elettronica e corrispettivi telematici”. La guida illustra le modalità di compilazione delle fatture elettroniche e dell’esterometro e comprende una tabella riepilogativa dei codici tipo-documento e una tabella dei codici natura IVA.

Fatture elettroniche ed esterometro – I nuovi tipi di documenti

Di seguito sono elencati i codici previsti dal nuovo tracciato XML per indicare la tipologia dei documenti:

CodiceDescrizioneFlusso
TD01FatturaFE/Esterometro
TD02acconto/anticipo su fatturaFE
TD03acconto/anticipo su parcellaFE
TD04nota di creditoFE/Esterometro
TD05nota di debitoFE/Esterometro
TD06ParcellaFE
TD07fattura semplificataFES
TD08nota di credito semplificataFES
TD09nota di debito semplificataFES
TD10fattura di acquisto intracomunitario beniEsterometro
TD11fattura di acquisto intracomunitario serviziEsterometro
TD12documento riepilogativo (art. 6, d.P.R. 695/1996)Esterometro
TD16integrazione fattura reverse charge internoFE
TD17integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’esteroFE
TD18integrazione per acquisto di beni intracomunitariFE
TD19integrazione/autofattura acquisto beni ex art. 17 c.2 DPR 633/72FE
TD20autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (ex art. 6 c.8 e 9 bis d.lgs. 471/97 o art. 46 c.5 d.l. 331/93)FE
TD21autofattura per splafonamentoFE
TD22estrazione beni da Deposito IVAFE
TD23estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVAFE
TD24fattura differita di cui all’art. 21, comma 4, lett. a)FE
TD25fattura differita di cui all’art. 21, comma 4, terzo periodo lett. b)FE
TD26cessione beni ammortizzabili e passaggi interni (ex art. 36 DPR 633/72)FE
TD27fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsaFE

Fatture elettroniche ed esterometro – Natura del documento

All’interno della guida, vengono inoltre spiegate le implementazioni del campo “natura”. Questo campo consente di associare il tipo di operazione tracciata dal documento elettronico ai campi della dichiarazione annuale IVA. I codici previsti dal nuovo tracciato sono:

N2.1non soggette ad IVA ai sensi degli artt. da 7 a 7-septies del D.P.R. n. 633/72
N2.2non soggette – altri casi
N3.1non imponibili – esportazioni
N3.2non imponibili – cessioni intracomunitarie
N3.3non imponibili – cessioni verso San Marino
N3.4non imponibili – operazioni assimilate alle cessioni all’esportazione
N3.5non imponibili – a seguito di dichiarazioni d’intento
N3.6non imponibili – altre operazioni
N6.1inversione contabile – cessione di rottami e altri materiali di recupero
N6.2inversione contabile cessione di oro e argento puro
N6.3inversione contabile subappalto nel settore edile
N6.4inversione contabile – cessione di fabbricati
N6.5inversione contabile cessione di telefoni cellulari
N6.6inversione contabile cessione di prodotti elettronici
N6.7inversione contabile prestazioni comparto edile e settori connessi
N6.8inversione contabile – operazioni settore energetico
N6.9inversione contabile altri casi

Nuovi Codici errore

Tra le novità del tracciato XML della fattura elettronica che entrerà in vigore dal 2021 ci sono anche due nuovi codici errore:

Codice 00445 (File XML della Fattura elettronica)dal 2021 non sono più ammessi i valori generici N2, N3 o N6 in caso di fatture ordinarie e N2 o N3 in caso di fatture semplificate.
Codice 00448 (File XML dell’esterometro)dal 2021 non è più ammesso il valore generico N2, N3 o N6 come codice natura dell’operazione.

Per informazioni più dettagliate vedere la Guida dell’Agenzia delle entrate.

Gestione Asporto per i ristoranti

Gestione Asporto per i Ristoranti

Oggi tutte le attività ristorative stanno attraversando uno dei periodi più brutti per questo settore a causa del Covid-19. Tante aziende hanno dovuto fermarsi e chiudere e tante altre si sono dovute ridimensionare e modificare il loro modo di lavorare.

Chef Solution 3 - Gestione Asporto

Tanti ristoratori per poter continuare a lavorare hanno la possibilità di scegliere di fornire ai loro clienti anche un servizio di asporto dei loro piatti. Questo processo lavorativo però necessita di una gestione diversa da quella abituale. Bisogna gestire le ordinazioni dei clienti, i tempi di preparazione dei piatti, la consegna e l’emissione del documento fiscale. Per gestire tutte queste fasi vengono in aiuto software specifici per la gestione dell’Asporto.

Chef Solution 3 - Gestione Asporto

Chef Solution 3 dispone di un Modulo apposito integrato che aiuta le aziende in questa attività in modo semplice e veloce lasciando al ristoratore più tempo per dedicarsi ad altre mansioni.

Chef Solution 3 - Modulo Asporto
Chef Solution 3 – Modulo Asporto

Menu digitale

Menu digitale per i Ristoranti

Iniziata la fase di sviluppo per il nuovo modulo Menu Solution che andrà a soddisfare le richieste di tutte le attività ristorative che necessitano di creare un Menu digitale adempiendo alle nuove normative per il COVID-19. Questo modulo andrà ad integrarsi con Chef Solution 3 e consentirà con pochi semplici click di generare un menu completo in formato PDF che potrà essere utilizzato su qualsiasi dispositivo. Il documento digitale verrà creato attingendo in automatico ai dati contenuti negli archivi del gestionale.

menu digitale ristoranti

Un ristoratore potrà utilizzare il file pdf caricandolo sul proprio sito Internet per una consultazione on-line da parte dei clienti. Oppure potrà utilizzare il documento digitale su un tablet per fornirlo alla clientela per la scelta dei piatti da ordinare. I clienti di un ristorante potranno invece accedere al menu di un locale semplicemente leggendo un codice QR tramite il proprio smartphone evitando così di toccare un menu cartaceo.

menu digitale bar

Il software sarà rilasciato per la fine di Novembre.

La Notte

Night Club La Notte

Il nostro software gestionale Hospitality Solution 3 con il nuovo Modulo per i Night Club è stato installato a Biella nel locale notturno La Notte, scelto per la gestione dei tavoli a tempo e del personale con il calcolo automatico delle spettanze per ogni cameriere.


Hospitality Solution 3 - Visual POS

Hospitality Solution 3 – Nuova versione 3.4.0.0

Rilasciato aggiornamento Versione 3.4.0.0 di Hospitality Solution 3 con miglioramenti al Punto cassa, una nuova gestione dei Reports di stampa, gestione delle comande migliorata, gestione dei Tavoli a tempo e molto altro. Download GRATUITO!

Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/montanasoftware/

Scontrino elettronico

Lo scontrino elettronico

Dopo 36 anni dalla sua nascita (1° Luglio 1983) lo scontrino fiscale lascerà piano piano il posto al nuovo scontrino elettronico già entrato in vigore il 1° luglio 2019 per tutte le grandi attività commerciali con volume d’affari superiore ai 400.000 euro l’anno. Una novità che inizialmente sta riguardando soltanto una piccola quantità di esercenti che in Italia sono circa 200 mila, ma che a partire dal 1° gennaio 2020 sarà esteso a tutti gli esercizi commerciali con un volume d’affari sotto i 400.000 euro. Si tratta di circa 2 milioni di esercizi dai quali però saranno escluse alcune categorie. Per non farsi cogliere impreparati e affrontare al meglio questa novità, scopriamo cosa c’è da sapere.

Cos’è lo scontrino elettronico

Lo scontrino elettronico sostituirà il classico scontrino fiscale cartaceo e sarà emesso dall’esercente tramite apposito registratore di cassa telematico che registrerà e invierà al fisco i dati dei corrispettivi giornalieri. Il cliente non riceverà più uno scontrino ma un documento commerciale non valido ai fini fiscali ma utile per effettuare un reso o garanzia.

Come inviare i corrispettivi telematici in caso di mancato adeguamento del registratore di cassa

Come ha sottolineato l’Agenzia delle Entrate, gli esercizi commerciali che non si sono ancora dotati di un registratore di cassa telematico, hanno comunque tre diverse modalità di invio dei corrispettivi tra le quali scegliere. La prima è di usufruire dell’apposito portale Fatture e Corrispettivi. La seconda è in alternativa, caricare tutti i corrispettivi giornalieri attraverso l’inserimento manuale dei dati, oppure approfittando di specifici servizi web di compilazione. La terza e ultima modalità prevede l’invio dei corrispettivi giornalieri attraverso dei sistemi di cooperazione applicativa, messi a disposizione in modo gratuito dall’Agenzia delle Entrate.

Vantaggi dello scontrino digitale

Lo scontrino elettronico presenta molti vantaggi pratici. Prima di tutto, l’Agenzia delle Entrate avrà la possibilità di effettuare dei controlli sui corrispettivi ogni volta che lo ritiene opportuno, senza il bisogno di recarsi fisicamente sul posto presso l’esercente. Un altro vantaggio, è a beneficio del consumatore. Poiché adesso tutti i corrispettivi saranno disponibili nel proprio cassetto fiscale, l’acquirente non avrà più l’obbligo di conservare gli scontrini, con il rischio di rovinarli o perderli, per presentarli al commercialista per la dichiarazione dei redditi al fine di ottenere le detrazioni fiscali. Questo avrà anche dei benefici per usufruire della garanzia del prodotto. In ogni caso, se il cliente lo desidera, l’esercente potrà comunque rilasciare lo scontrino cartaceo.

Bonus fiscale per registratori di cassa telematici

Per aiutare a sostenere l’obbligo dello scontrino elettronico, un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate prevede un bonus del 50% come credito d’imposta sull’acquisto di un registratore di cassa telematico o per l’adattamento di uno già installato, fino ad un massimo di 250 euro per acquisto e 50 euro per l’adattamento. Il bonus è valido per le spese sostenute nel 2019 e nel 2020.

Registratore di cassa telematico e Software gestionale

Lo scontrino elettronico, comunque, non deve essere visto come un problema. Si tratta sicuramente di un cambiamento importante che insieme a qualche criticità porta molti vantaggi, a partire dall’eliminazione del registro dei corrispettivi e degli studi di settore, come di tanti altri passaggi burocratici che distolgono gli esercenti dal loro lavoro quotidiano. Per gestire al meglio questo cambiamento può essere utile adottare l’utilizzo di software gestionale appropriato per automatizzare gran parte dei processi aziendali.